Il PHI Token

Il PHI Token

Decisamente, quando ho deciso di creare il PHI Token, non avevo compreso la reale potenzialità che un utility token possiede.

Finita la ICO ( Initial coin offering) con i mercati crypto che crollavano a seguito dello scoppio della terza bolla, ho deciso di concentrare gli sforzi miei e della società sulla realizzazione dei prodotti e servizi ad esso collegati.

Solo allora ho compreso la potenzialità incredibile degli utility token, almeno una categoria come quella che ho realizzato io, quasi inconsapevolmente.

Ebbene, provo a spiegarlo con le parole più semplici possibili.

Ogni bene al mondo ha un suo prezzo nella valuta corrispondente del paese in cui è scambiato, per fare un esempio un cellulare costa 1000€ e il suo valore è intrinsecamente legato alla moneta per acquistarlo.

Se interpongo un utility token tra gli euro necessari ad acquistare il cellulare ed il cellulare stesso, succede una cosa particolare che inizialmente non avevo compreso.

Questo token, che da diritto ad uno sconto, quando si vuole acquistare un cellulare è intrinsecamente legato all’euro, nel senso che scambiandolo contro l’euro, il suo valore è legato al prezzo di scambio.

Ma di fatto non è collegato in nessun modo al valore del cellulare.

Mi spiego meglio, se immaginate di voler comprare un cellulare da 1000€ attraverso un utility token che vi permette di avere uno sconto del 10%, voi cosa fate?

Probabilmente andate sull’exchange e cambiate 900€ nel token che vi abilita lo sconto e li consegnate al venditore del cellulare.

Ma che il prezzo del token sia 1, 10 o 100 ne a voi ne al venditore fa la differenza, perché nell’istante dell’acquisto voi scambiate i vostri 900€ al valore del token e il venditore vede sull’exchange che il controvalore dei token che riceve è 900€ e quindi vi consegna il cellulare in cambio dei token.

Quindi il fatto che il prezzo del token sia per loro indifferente, sposta il valore del token unicamente ad una logica di domanda ed offerta, ovvero tra quante persone vogliono comprare il token e quanti token sono in circolazione.

Domanda e scarsità, il valore del token è definito dalla domanda e non dal bene che acquista.

Quindi se io acquisto 90 token al prezzo di 1 e dopo qualche mese il suo valore è andato a 10, perché nessuno dei possessori del token vuole venderlo, io posso acquistare il cellulare da 1000€ avendo pagato prima solo 90€ per l’acquisto del token.

Questa cosa è dirompente, e sia in economia che in finanza non è mai esistito uno strumento con queste logiche ne tantomeno dinamiche di prezzo.

Quindi il mio proposito da oggi in poi è far crescere la community e le possibilità di usare il PHI token, in modo da far in modo che la domanda cresca strutturalmente e di conseguenza il prezzo.

E’una sfida impegnativa, non priva di insidie e difficoltà, ma sono sicuro che questa collaborazione, con tutti coloro che hanno sempre creduto in questo progetto, e l’acquisizione di una sempre maggiore consapevolezza del fenomeno, soprattutto da parte di chi si è ultimamente avvicinato al mondo crypto, sarà foriera di grandi soddisfazioni per tutti.

Vuoi essere dei nostri? Unisciti alla cryptomasterclass.net ed iscriviti a The Rock Trading con il codice https://therocktrading.com/referral/588 per beneficiare sin da subito della crescita del PHI Token e della sua community.

Decisamente, quando ho deciso di creare il PHI Token, non avevo compreso la reale potenzialità che un utility token possiede.

Finita la ICO ( Initial coin offering) con i mercati crypto che crollavano a seguito dello scoppio della terza bolla, ho deciso di concentrare gli sforzi miei e della società sulla realizzazione dei prodotti e servizi ad esso collegati.

Solo allora ho compreso la potenzialità incredibile degli utility token, almeno una categoria come quella che ho realizzato io, quasi inconsapevolmente.

Ebbene, provo a spiegarlo con le parole più semplici possibili.

Ogni bene al mondo ha un suo prezzo nella valuta corrispondente del paese in cui è scambiato, per fare un esempio un cellulare costa 1000€ e il suo valore è intrinsecamente legato alla moneta per acquistarlo.

Se interpongo un utility token tra gli euro necessari ad acquistare il cellulare ed il cellulare stesso, succede una cosa particolare che inizialmente non avevo compreso.

Questo token, che da diritto ad uno sconto, quando si vuole acquistare un cellulare è intrinsecamente legato all’euro, nel senso che scambiandolo contro l’euro, il suo valore è legato al prezzo di scambio.

Ma di fatto non è collegato in nessun modo al valore del cellulare.

Mi spiego meglio, se immaginate di voler comprare un cellulare da 1000€ attraverso un utility token che vi permette di avere uno sconto del 10%, voi cosa fate?

Probabilmente andate sull’exchange e cambiate 900€ nel token che vi abilita lo sconto e li consegnate al venditore del cellulare.

Ma che il prezzo del token sia 1, 10 o 100 ne a voi ne al venditore fa la differenza, perché nell’istante dell’acquisto voi scambiate i vostri 900€ al valore del token e il venditore vede sull’exchange che il controvalore dei token che riceve è 900€ e quindi vi consegna il cellulare in cambio dei token.

Quindi il fatto che il prezzo del token sia per loro indifferente, sposta il valore del token unicamente ad una logica di domanda ed offerta, ovvero tra quante persone vogliono comprare il token e quanti token sono in circolazione.

Domanda e scarsità, il valore del token è definito dalla domanda e non dal bene che acquista.

Quindi se io acquisto 90 token al prezzo di 1 e dopo qualche mese il suo valore è andato a 10, perché nessuno dei possessori del token vuole venderlo, io posso acquistare il cellulare da 1000€ avendo pagato prima solo 90€ per l’acquisto del token.

Questa cosa è dirompente, e sia in economia che in finanza non è mai esistito uno strumento con queste logiche ne tantomeno dinamiche di prezzo.

Quindi il mio proposito da oggi in poi è far crescere la Community e le possibilità di usare il PHI token, in modo da far in modo che la domanda cresca strutturalmente e di conseguenza il prezzo.

E’una sfida impegnativa, non priva di insidie e difficoltà, ma sono sicuro che questa collaborazione, con tutti coloro che hanno sempre creduto in questo progetto, e l’acquisizione di una sempre maggiore consapevolezza del fenomeno, soprattutto da parte di chi si è ultimamente avvicinato al mondo crypto, sarà foriera di grandi soddisfazioni per tutti.

Vuoi essere dei nostri? Unisciti alla cryptomasterclass.net ed iscriviti a The Rock Trading con il codice https://therocktrading.com/referral/588 per beneficiare sin da subito della crescita del PHI Token e della sua community.

Lascia un commento